L’assenza

La mia ombra

scivola sui muri

di questa stanza

chiusa al mondo.

Ho dato vita al tempo

per avere competenza

contro gli errori

e l’ignoranza…

che chi vanta intelligenza

chiama inesperienza.

Il tamburo del mio petto

altero batte

fingendo sufficienza,

ma in segreto urla…

e piange la tua assenza.

Da troppo questi occhi

aspettano il tuo volto

e ora sono stanchi

di lacrime e collirio.

Uscirò da questa stanza

per cercarti…

per cercarmi…

Per dare un senso al vuoto.

V.

Un Amico non si Dimentica!

Dedicato agli Assenti al Memorial di Luca Maynardi, agli Amici, Parenti che garantivano la loro presenza. Io che sono uno Spirito Libero, non ho peli sulla lingua né timore di dedicarvi questi versi. Mi auguro che la dimenticanza di questo anno non si verifichi anche il prossimo.

Guardatevi dentro.

Saluti.

La dimenticanza…

La scopri…

ogni giorno…

scavando sotto la coltre dell’apparenza,

del perbenismo

e dei faremo…

delle anime da poco…

Figuranti…

Figure spigolanti

dalla parola obliqua,

garanzie tamquam non esset.

Ma non sprecherò altre parole

per immortalare la vostra dimenticanza,

la vostra assenza,

il paradossale nulla…

senza luce…

senza voce.

Un Amico non si Dimentica.

Malvolentieri ,

vi lascio ai vuoti d’indifferenza

che sconosco.

V.

luca m