L’Etá del Mondo 

“La mia età è l’età del mondo” è una frase di Friedrich Schiller utilizzata dall’artista Anselm Kiefer quando presentò una mostra a Roma.

Schiller è un artista romantico e come tale è un nostalgico.

 La sua nostalgia però non ha nulla di svenevole, non cade nella commiserazione per una mitica e irripetibile età dell’oro.

È una nostalgia che guarda al passato ma che non è passatista.

È la nostalgia di Goethe e Novalis, per cui attiva, che sa, come scriveva Bernardo da Chiaravalle, che “non siamo altro che nani sulle spalle dei giganti”.

Per questo l’età di ognuno è l’età del mondo e per questo dobbiamo continuare imperterriti a riscrivere le nostre età attraverso i testi e i progetti di chi ci ha preceduto considerando l’impegno come un dovere estetico nei confronti di Noi stessi e di chi verrà dopo.

V.

img_4906

Barcelona, Spain.

I don’t know

<<Quanti anni hai?>>

<<Non lo so, fammi una domanda a cui so rispondere>>.

 

Di seguito riporto una sequenza di foto tratte dalla libera interpretazione del mio “botta e risposta” della fotografa Gaia. Gli scatti sono stati fatti all’interno dell’ex manicomio di Mombello (Limbiate). Potete seguirla e vedere altri suoi lavori nella pagina instagram: railwaysphoto

gaia 1

gaia 2

gaia 3

gaia 4

gaia 5