Il Misterioso Libro della Vita

Ognuno percorre la propria strada e corre incontro al suo destino.

La vita è come un libro segreto, un diario intimo scritto in modo diretto e senza filtri.

Riemergono i ricordi e i flussi della memoria si ricompongono, ordinandosi, nella coscienza che racconta l’esperienza della prova in un vissuto altalenante, gioioso e doloroso.

A cosa servono i giudizi? A cosa servono i propositi? Restano i perché e la retorica è lontana dalle pagine di un libro sconosciuto.

Calano le ombre e il mondo smarrisce i suoi colori. Il tempo si dilata e il pensiero si attorciglia perdendo il senso di un presente omicida del futuro.

Quando si sfaldano i legami riscoprendosi fragili e insicuri, si perde il contatto con se stessi e si chiudono le porte.

La vertigine dell’oggi ci sovrasta e ci deprime allontanando la scintilla che può infiammare la speranza di una possibile apertura verso l’alterità, verso un nuovo Noi, un orizzonte di senso per contrastare le entropie dell’Io.

Ciao Luca, ci manchi.

V.

unnamed